Gonorrea resistente agli antibiotici. Tutta colpa del sesso orale?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una forma tutta nuova di gonorrea si sta diffondendo a macchia d’olio. L’Organizzazione mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme: la malattia sessualmente trasmessa sta diventando sempre più resistente agli antibiotici e molto difficile da curare. In alcuni casi la cura diventa impossibile. Sempre secondo l’Oms ogni anno circa 78 milioni di persone contraggono la gonorrea.

La malattia è tornata a diffondersi sensibilmente a causa dell’uso meno frequente dei preservativi e soprattutto con sesso orale. Proprio il sesso orale rappresenta un pericolo in più, perché quando, per esempio, si usano antibiotici per trattare il mal di gola, se nella stessa sede sono presenti anche ceppi di Neisseria, il trattamento antibiotico aumenta la resistenza. E questo può portare così a forme di gonorrea ancora più virulente.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA