Arriva il Green Pass. Draghi firma il Dpcm che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni digitali. Già attivo il sito Internet dedicato

vaccini Draghi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato questo pomeriggio il Decreto (qui il testo) che istituisce il Green Pass definendo “le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali Covid-19 che faciliteranno la partecipazione ad eventi pubblici, l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (RSA) e gli spostamenti sul territorio nazionale”.

“Con la firma del Dpcm – riferisce una nota di Palazzo Chigi – si realizzano le condizioni per l’operatività del Regolamento Ue sul ‘Green Pass’, che a partire dal prossimo 1° luglio garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell’Unione. In tal modo, sarà assicurata la piena libertà di movimento sul territorio dell’Unione a tutti coloro che avranno un certificato nazionale valido”.

Il sito dgc.gov.it, dal quale sarà possibile scaricare il Green Pass, è operativo a partire da oggi. Tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate fino al 17 giugno saranno rese disponibili entro il 28 giugno. La piattaforma informatica nazionale dedicata al rilascio delle Certificazioni, garantisce Palazzo Chigi, “sarà progressivamente allineata con le nuove vaccinazioni”.

Per tutte le informazioni è possibile contattare anche il Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20. I cittadini già dai prossimi giorni potranno ricevere notifiche via email o sms. Il Green Pass, inoltre, sarà disponibile per la visualizzazione e la stampa su pc, tablet o smartphone. In alternativa alla versione digitale, potrà essere richiesto al proprio medico di base, pediatra o in farmacia utilizzando la propria tessera sanitaria.

Leggi anche: Via libera al Green pass italiano. Sarà possibile ottenerlo attraverso l’App Immuni. Consentirà gli spostamenti tra Regioni e l’accesso a eventi pubblici.

“La certificazione – riferisce il ministero della Salute -, frutto del lavoro congiunto di Ministero della Salute, Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, in collaborazione con la Struttura Commissariale per l’emergenza Covid-19 e con il supporto del partner tecnologico Sogei, contiene un QR Code che ne verifica autenticità e validità. Il documento attesta una delle seguenti condizioni: la vaccinazione contro il Covid-19, l’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle ultime 48 ore o la guarigione dall’infezione. A tutela dei dati personali, il QR Code della certificazione andrà mostrato soltanto al personale preposto per legge ai controlli”.

“Con l’attivazione della piattaforma nazionale realizzata e gestita da Sogei – aggiungono dal ministero della Salute -, a partire da giovedì 17 giugno, i cittadini potranno iniziare a ricevere le notifiche via email o sms con l’avviso che la certificazione è disponibile e un codice per scaricarla su pc, tablet o smartphone. L’invio dei messaggi e lo sblocco delle attivazioni proseguirà per tutto il mese di giugno, e sarà pienamente operativo dal 28 giugno, in tempo per l’attivazione del pass europeo prevista per il 1° luglio”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA