Greta Beccaglia, chiesto il processo per il tifoso che ha molestato la giornalista in diretta tv. Polemica sui social

Greta Beccaglia, processo chiesto per il tifoso viola che molestò la giornalista a fine partita lo scorso novembre.

Greta Beccaglia, chiesto il processo per il tifoso che molestò la giornalista in diretta tv nel novembre 2021, a fine della partita Empoli-Fiorentina. Intanto, dopo la notizia del rinvio a giudizio del tifoso viola, sui social è scoppiata un ulteriore polemica contro la Beccaglia.

Greta Beccaglia, chiesto il processo per il tifoso che ha molestato la giornalista in diretta tv. Polemica sui social

Greta Beccaglia, chiesto il processo per il tifoso che ha molestato la giornalista

La Procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di violenza sessuale per il ristoratore marchigiano, e tifoso viola, Andrea Serrani, che molestò la cronista Greta Beccaglia durante la diretta tv dall’esterno dello stadio di Empoli il 27 novembre 2021 al termine di un match Empoli-Fiorentina.

Dunque, per la Procura il gesto del tifoso non può essere considerata solo una bravata ed ecco per quale motivo è stato chiesto il rinvio a giudizio per il tifoso che si giustificò con queste parole: “Avevamo perso e ho fatto quel gesto per stizza e per goliardia. Non è un atto di sessismo”. A seguito di quella decisione, la cronista di Toscana TV, assistita dall’avvocato Leonardo Masi, si costituì parte civile dell’udienza. Inoltre, è ancora indagato un altro tifoso viola che sempre quella sera avrebbe importunato verbalmente la giornalista.

Polemica sui social

Dopo la notizia del rinvio a giudizio del tifoso viola, sui social si è scatenata una becera polemica contro la giornalista che ancora una volta deve fare i conti con insulti sessisti e non solo. Un utente commenta: ” Mi pare che la signorina stia cavalcando abbastanza sta storia mo basta”. Un altro invece: ” E‘ riuscita a farsi pubblicità, nemmeno i suoi parenti sapevano che fosse una giornalista”. 

Pubblicato il - Aggiornato il alle 17:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram