Grillo: Renzi? Merita il 41 bis per menzogna

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Il leader del Movimenteo 5 Stelle, Beppe Grillo, attacca Matteo Renzi dalle colonne del suo Blog: “A quando il reato penale per menzogna pubblica aggravata? Renzie andrebbe subito al 41 bis”.

Grillo replica al premier che lo aveva accusato di “rosicare” perché sarebbe “tagliato fuori”. “Renzi? Lui può dire quello che vuole ma è tagliato fuori dalla storia”, ha detto il leader di M5S rispondendo alla domanda di un giornalista a Napoli.

“Assolutamente. Oggi il no è la forma più pura della politica”: Beppe Grillo risponde così alla domanda di un giornalista che gli chiede se il Movimento 5 Stelle continuerà a rifiutare offerte di dialogo sulle riforme.

Beppe Grillo ribadisce la convinzione di vincere le elezioni europee superando il Pd nel numero di seggi conquistati. Scambiando qualche battuta con i giornalisti a Napoli il leader di M5S ha detto: “Vinceremo senza ombra di dubbio. Sono 75 i deputati in palio per l’Italia e se ne prendiamo uno più del Pd avremo vinto. Sarà l’unico modo – ha aggiunto – per far funzionare davvero il Parlamento europeo”.

Ieri sera Renzi, alla domanda della Gruber ”se Grillo ottiene un voto in più del Pd alle europee lei lascia?”, ha risposto: “E per quale motivo? Noi stiano facendo le riforme, lui vota contro. Oggi il Pd e la maggioranza hanno votato per eliminare 3mila politici dalle province, loro per mantenerli, noi voteremo per abolire il Senato, loro per mantenerlo”.