Tirata d’orecchie dei lavoratori Ama a Gualtieri. Fp Cgil di Roma e Lazio scrive al sindaco che la Capitale è più sporca che mai

Gualtieri nella bufera. Tirata d'orecchie di Fp Cgil al sindaco dem perché la Capitale è più sporca che mai

Brutta tegola per il sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri. Il sindacato Fp Cgil di Roma e Lazio, sui propri canali social, ha pubblicato una cartolina firmata dai lavoratori Ama, indirizzata al primo cittadino dem, in cui si legge: “Caro sindaco così non si può andare avanti. Non lo meritiamo né noi lavoratori e né noi cittadini”.

Roberto Gualtieri

“La città è sporca e le lavoratrici e i lavoratori di Ama inviano una cartolina al sindaco Gualtieri con le immagini, provenienti da tutta la Capitale, di ciò che hanno dovuto affrontare e chiedendogli di ascoltare chi lavora per affrontare l’emergenza, per vedere mai più la città ridotta così”.

Leggi anche: Ideona di Gualtieri per pulire Roma. Multe a chi non fa la differenziata.

Chiesto un cambio di passo

“Serve un cambio di passo nella gestione di Ama, più sicurezza, assunzioni, mezzi e strumenti per migliorare la qualità del lavoro e del servizio”, scrive il sindacato.

Per il Segretario romano della Cgil, Natale Di Cola: “Lo scorso anno lo scenario era radicalmente diverso grazie ad un piano straordinario pulizia e ad una strategia condivisa con le organizzazioni di rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori”.

“Quest’anno il Comune ha deciso di non avviare alcun confronto. I risultati sono una città sporca e il peggioramento delle condizioni di lavoro, aggravate dal maltempo di questa notte, con le lavoratrici e i lavoratori che hanno dovuto raccogliere a mano i rifiuti sotto la pioggia. Serve un cambio di passo” conclude Di Cola.

Leggi anche: Conte incenerisce Gualtieri sul termovalorizzatore.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 13:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram