Guerra in Ucraina, von der Leyen: “Settantadue anni dopo è tornato il male, ma l’Europa è più forte e unita che mai”

guerra in Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Oggi il nostro continente incontra le ombre di un passato che pensavamo di aver lasciato da tempo. Una guerra atroce, un’aggressione insensata e città distrutte. Ci sono milioni di innocenti che fuggono e un popolo che lotta disperatamente per determinare il proprio futuro”. È quanto ha detto detto ieri la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in occasione della Giornata dell’Europa (qui tutti gli articoli sulla guerra in Ucraina).

Guerra in Ucraina, von der Leyen: “Il nostro continente incontra le ombre di un passato che pensavamo di aver lasciato da tempo”

“L’Europa è al fianco dell’Ucraina. L’invasione della Russia – ha aggiunto la presidente della Commissione europea – ci ricorda perché oggi celebriamo la giornata dell’Europa. Il giorno in cui nacque la nostra Europa pacifica, prospera e unita. Settantadue anni dopo è tornato il male, ma l’Europa è più forte e unita che mai”.

“Ci stiamo riprendendo dall’emergenza Covid. Gli Stati membri hanno ricevuto 100 miliardi di euro dal fondo Next Generation Eu. Stiamo lavorando duramente per proteggere il clima e rendere il nostro Continente indipendente dalle energie fossili importate. La nostra Unione – ha detto ancora von der Leyen – sta creando regole per la nuova era digitale oltre i nostri confini. L’Europa ha potuto realizzare tutte queste cose perché unita e determinata. Per questo sono convinta e ottimista che la nostra Unione possa vincere la sfida posta dalla guerra in Ucraina”.