Guido Crosetto, chi è? Moglie, figli, altezza, malattia e la finta laurea del candidato al Quirinale

Chi è Guido Crosetto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Chi è Guido Crosetto, l’ultimo nome nuovo votato da Fratelli d’Italia, tra gli altri, nel terzo giro di votazione per il presidente della Repubblica. Un profilo imprenditoriale e politico.

Chi è Guido Crosetto: imprenditore e politico

La biografia di Guido Crosetto è presente addirittura sul sito della Treccani. L’imprenditore è nato a Cuneo nel 1963. La sua gioventù e attività professionale sono specchio e risultato dell‘azienda di famiglia che produce macchine per l’agricoltura, espandendo poi l’attività imprenditoriale ad altri settori, tra l’altro al comparto immobiliare e turistico. Dopo le scuole superiori Crosetto frequenta la Facoltà di Economia e Commercio all’Università degli Studi di Torino, ma, in seguito alla morte del padre, interrompe gli studi  per dedicarsi all’attività di famiglia.

Il suo impegno in politica inizia nella DC e il primo ruolo che ricopre è Segretario Regionale del movimento giovanile e responsabile nazionale della formazione della Democrazia cristiana

Altro ruolo politico ricoperto è quello di Sindaco di Marene dal 1990 al 2004. Inoltre, è stato consigliere provinciale di Cuneo dal 1999 al 2009, passando poi dalla DC a Forza Italia. Nel 2001, 2006 e 2008 è stato eletto alla Camera dei Deputati nelle fila prima di FI e poi del Popolo delle libertà.

Sottosegretario alla Difesa nel IV governo Berlusconi, Crosetti è stato tra i fondatori di Fratelli d’Italia, di cui è coordinatore nazionale. Nel 2014 è stato nominato presidente dell’Aiad, la Federazione delle Aziende Italiane per l’Aerospazio. Nel 2018 è stato rieletto alla Camera nelle fila di FdI, dimessosi, ha cessato il mandato nel 2019.

Guido Crosetto: moglie

Guido Cosetto è stato sposato più di una volta.  La prima moglie è una pallavolista originaria della Repubblica Ceca da cui ha avuto un figlio nel 1997. Nel 2015 si è risposato con Gaia Saponaro da cui ha avuto due figli.

Guido Crosetto: figli

In modo simpatico è stato lo stesso Crosetto a presentare al mondo social i suoi figli. Scriveva così su Twitter: “Ho un figlio di 22 anni, Alessandro. Frequenta la Luiss. È un bravo ragazzo, studia, tra poco finirà la triennale, bene e con i tempi giusti. Lo hanno ammesso alla magistrale. Poi ho una figlia di 5 anni e mezzo ed uno di 4. Lei, Carole, è un terremoto”.

Malattia del candidato al Quirinale

Crosetto ha avuto il Covid, in una forma piuttosto violenta (era la variante Delta), che l’ha costretto a essere curato con gli anticorpi monoclonali. Il virus ha complicato un brutto male già presente nella vita dell’imprenditore: il tumore.

Su Twitter il 5 agosto 2021, Crosetto diede la notizia del contagio e della guarigione: “Ho fatto due dosi Pfizer. Seconda l’11 aprile. Dopo mesi, con anticorpi, ho preso la variante Delta. Sono stato malissimo. Poiché diabetico e cardiopatico, mi hanno fatto monoclonali. Sono guarito”.

Per questa sua malattia, su Twitter Crosetto qualche tempo fa si prese la briga di difendere anche Emma Marrone: “C’è gente così ignorante e pericolosa, che si prende la briga di insultare, augurare la morte, esultare, verso una persona che confessa la sua malattia, Emma Marrone, solo perché ha idee politiche diverse. La vita, la salute, la morte, sono SOPRA le misere divisioni umane, cazzo”.

Crosetto e la finta laurea

Per anni la libera enciclopedia Wikipedia ma anche il sito della Camera hanno assegnato una laurea a Crosetto mai conseguita. «Crosetto Guido, Pdl, nato a Cuneo il 19 settembre 1963. Laurea in Economia e commercio; imprenditore». 

I suoi esami risultano fermi al 1991, quando, alla morte del padre, Crosetto interrompe gli studi della Facoltà di Economia e Commercio all’Università degli Studi di Torino per dedicarsi poi all’azienda di famiglia.

L’imprenditore in seguito alla polemica si è difeso poi con un duro comunicato: «Non capisco questa polemica sul nulla, visto che nulla devo a presunte lauree e visto che neppure me ne sono mai attribuite. La mia credibilità è frutto di coerenza, impegno, onestà…».