I negazionisti del Covid scendono in piazza a Roma. Domani la manifestazione alla Bocca della verità. Attese circa 2mila persone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo le manifestazioni di Berlino e in altri Stati europei, era più che chiaro che prima o poi i negazionisti del Covid si sarebbero visti anche in Italia. Purtroppo è proprio quello che accadrà domani quando nella Capitale, per la precisione alle 16 davanti alla Bocca della Verità, si radunerà un gruppo di persone tra no vax e scettici dell’attuale pandemia.

Può sembrare una burla di cattivo gusto ma la conferma è arrivata ieri dalla Questura secondo cui alla manifestazione sono previste almeno 2mila persone decise a chiedere la libertà di scelta sulle vaccinazioni, l’abolizione della legge Lorenzin sull’obbligo vaccinale e la revisione degli obblighi per la prevenzione delle norme anti contagio da Covid-19. Una manifestazione per la quale la città, in questi giorni, è stata letteralmente tappezzata di locandine.

Non solo. Sui social è spuntato, in realtà già da qualche tempo, un gruppo Facebook intitolato “Italia Libera 5 settembre tutti a Roma” che starebbe funzionando come una sorta di contenitore dell’iniziativa. Una manifestazione che, però, preoccupa gli investigatori perché, come già successo in tutta Europa, si temono infiltrazioni nel corteo di esponenti legate all’estrema destra.

Timori più che giustificati perché, secondo quanto già accertato nel corso delle attività di monitoraggio che sono tutt’ora in corso, tra i partecipanti figurerebbero anche soggetti che nelle scorse settimane hanno partecipato a Berlino alla manifestazione shock dei no-mask.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA