Il Pentagono avverte che l’attacco è solo all’inizio. Mosca ha finora lanciato più di 100 missili. I russi puntano a Kiev e non risparmiano neanche Chernobyl

Russia Ucraina Chernobyl
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Stimiamo che più di 100 missili russi sono stati usati”. È quanto scrive l’agenzia Bloomberg, citando fonti del Pentagono, in merito alla guerra Russia-Ucraina. “Ci aspettiamo diverse fasi nell’attacco della Russia” affermando le stessi fonti sostenendo che quella vista finora è solo la prima fase dell’attacco russo. I russi avanzano verso Kiev, ormai le forze di Mosca sono a poche decine di chilometri dalla capitale Ucraina, e non hanno risparmiato neanche la zona di alienazione di Chernobyl.

Guerra Russia Ucraina, per il Pentagono l’attacco russo è solo agli inizi

L’offensiva russa in Ucraina, sempre secondo un alto dirigente dell’amministrazione americana citato dai media, mira a “decapitare” il governo di Kiev. In alcune iImagini mostrate da France Presse si vedono carri armati lungo una strada a Nord di Kiev e dei soldati che viaggiano su un’autostrada verso Boutcha, nei pressi dell’aeroporto internazionale Antonov (o aeroporto Hostomel), a Nordest di Kiev. “Lo sbarco nemico a Hostomel è stato bloccato, le truppe hanno ricevuto un ordine di distruzione”, ha detto il presidente ucraino in un messaggio video.

Zelensky: “Le forze di occupazione russe stanno cercando di impadronirsi della centrale di Chernobyl”

“Le forze di occupazione russe stanno cercando di impadronirsi della centrale di Chernobyl. I nostri soldati stanno dando la vita perché la tragedia del 1986 non si ripeta. L’ho segnalato anche al premier svedese. Questa è una dichiarazione di guerra a tutta l’Europa” ha scritto su Twitter il presidente ucraino Zelensky.