Il bilancio dell’esplosione avvenuta nel Municipio di Rocca di Papa è di 16 feriti. Gravi il sindaco, un dipendente comunale e una bimba di 5 anni. La Procura di Velletri indaga per disastro colposo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Disastro colposo e lesioni gravi. Sono queste le ipotesi di reato ipotizzate dalla Procura di Velletri dopo l’esplosione avvenuta questa mattina a Rocca di Papa e che ha devastato il palazzo municipale ferendo gravemente 16 persone, tra le quali il sindaco della cittadina, Emanuele Crestini, ed una bambina di 5 anni che si trovava in vicino asilo. A coordinare l’inchiesta sarà il procuratore capo di Velletri, Francesco Prete. Il procuratore nelle prossime ore ascolterà i testimoni. Intanto comincia a farsi sempre più chiara la dinamica.

Lo scoppio, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato determinato da una fuga di gas verificatasi proprio dinanzi il municipio dove una ditta sta effettuando delle indagini geologiche. Secondo Italgas i lavori avrebbero danneggiato le tubature sotterrate. Ora bisognerà capire cosa ha innescato la deflagrazione. I primi rilievi indicherebbero quale responsabile il dispositivo elettrico che mette in azione l’ascensore del municipio. Molti testimoni infatti hanno avvertito, poco prima dello scoppio, un fortissimo odore di gas che ha letteralmente avvolto il vano ascensore.

Il ferito più grave è un dipendente comunale, che nell’esplosione ha riportato ustioni sul 44% del corpo. Il sindaco ha ustioni sul 35% del corpo, in particolare sul volto e le mani. Entrambi si trovano al Sant’Eugenio di Roma. Nello stesso ospedale i medici hanno accolto un altro dipendente comunale che presenta ustioni. Ricoverata in un altro nosocomio romano, il Bambin Gesù, una bimba di 5 anni che ha riportato un trauma cranico. Un’altra bimba di tre anni è stata visitata all’ospedale di Frascati e subito dimessa.

“Alle ore 15,30 – ha spiegato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato – il bilancio complessivo dei feriti nell’esplosione che questa mattina ha investito il Municipio di Rocca di Papa per una fuga di gas è di 16 feriti totali e di questi 6 sono stati trattati sul posto dal personale dell’Ares 118 e non hanno avuto bisogno di trasporto in ospedale. I restanti 10 feriti sono stati trasportati o sono giunti con mezzi privati presso gli ospedali di Frascati, il Policlinico Tor Vergata e il Bambino Gesù. Sono in totale 3, e tra loro il sindaco di Rocca di Papa, i feriti che successivamente sono stati trasportati al Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio dove mi sto recando personalmente in visita per prendere visione direttamente della situazione clinica”.