Il caso. Ecco l’unico paese d’Italia dove non ha prevalso né il Sì né il No. A Petrella Tifernina finisce 329 pari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un paese spaccato esattamente a metà. Siamo in Molise, a Petrella Tifernina in provincia di Campobasso: qui al referendum costituzionale il Sì e il No hanno ottenuto lo stesso numero di voti. In 329 hanno votato per l’approvazione del referendum costituzionale e in 329 hanno bocciato la proposta di riforma targata Renzi-Boschi. Tre le schede bianche, quattro quelle nulle su un totale di 665 votanti su 1.000 aventi diritto.

La testimonianza – Un elettore del piccolo paesino, contattato da La Notizia, ci ha spiegato che in occasione delle elezioni, qualunque esse siano, Petrella si divide in due tronconi. Come accaduto anche nelle ultime elezioni comunali che hanno visto un testa a testa fino alla fine. Ma cosa ha votato il giovane elettore da noi contattato? Non è un segreto di Stato, lui alle urne non si è nemmeno recato per ragioni lavorative.

Il precedente – Sempre dal Molise viene fuori un clamoroso precedente di pareggio assoluto. Correva l’anno 2009 quando a San Giovanni in Galdo, provincia di Campobasso, le elezioni comunali si conclusero in assoluta parità: 241 a 241. Con il ballottaggio che si effettuò 15 mesi dopo il voto e non due settimane dopo.