Il Codacons batte Italo. Dovrà consentire i controlli sul wifi dei treni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Clemente Pistilli

Ok dei giudici all’indagine del Codacons sui treni Ntv, la società fondata da Luca Montezemolo. L’associazione dei consumatori vuole verificare i sistemi wi-fi, quelli per connettersi a internet senza fili, presenti sui treni, al fine di appurare che siano conformi alle norme sui limiti di esposizione alle onde elettromagnetiche e sicuri per la salute dei passeggeri. Non riuscendo a ottenere gli atti richiesti alla “Nuovo trasporto viaggiatori”, per compiere tali controlli, l’associazione dei consumatori ha fatto ricorso e alla fine è riuscito a spuntarla al Consiglio di Stato, che ha dato trenta giorni di tempo all’azienda di “Italo” per esibire i documenti oggetto del contendere. Una vicenda iniziata nel settembre dell’anno scorso, quando il Codacons, non ricevendo risposte dalla spa che fa concorrenza a “Trenitalia”, si è rivolta al Tar del Lazio. Il primo “round” è però andato male e la richiesta dei documenti respinta.  Il Codacons però ha fatto appello al Consiglio di Stato, che ha intimato a Ntv di tirare fuori le carte.