Il farmaceutico tira su le borse europee

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

A un’ora dall’apertura le borse europee aumentano i guadagni, premiate dal balzo del comparto farmaceutico (+2,7%), colpito dalla febbre di M&A. Milano, negativa in apertura, tenta di rialzare la testa e viaggia intorno alla parita’ (-0,04%). Francoforte e’ la migliore e segna +1%, Parigi +0,62%, Londra +0,89% e Madrid +0,49%. Pfizer, secondo il quotidiano Sunday Times, avrebbe allo studio un’offerta da 60 miliardi di sterline (circa 100 miliardi di dollari) per acquisire la rivale britannica AstraZeneca (+7,91%), mentre GlaxoSmithKline (+4%) e la svizzera Novartis (+2%) hanno firmato un accordo che prevede, oltre alla creazione di una joint venture nella sanita’pubblica per un giro d’affari da 10,9 miliardi di dollari, la vendita della divisione oncologia di Gsk a Novartis per 16 miliardi e la cessione della divisione vaccini di Novartis a Gsk per 7,05 miliardi di dollari.