Fiducia sull’Italicum. Renzi vuole chiudere in fretta la partita. Solita bagarre dalle opposizioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La forzatura è arrivata prima di quanto ci si attendeva. Il Governo pone la fiducia sull’Italicum. La decisione dopo aver superato il primo scoglio del voto segreto sulle pregiudiziali di costituzionalità, erano otto.  Respinte anche le pregiudiziali di merito e la richiesta di sospensiva presentata da Forza Italia.

La decisione del voto di fiducia è arrivata in un consiglio dei ministri convocato all’ora di pranzo. E il premier ha voluto sottolineare: “Dopo anni di rinvii noi ci prendiamo le nostre responsabilità in Parlamento e davanti al Paese, senza paura #LeggeElettorale #lavoltabuona”, ha scritto su twitter Renzi. Poi, sempre su twitter, ha aggiunto: “La Camera ha il diritto di mandarmi a casa se vuole: la fiducia serve a questo. Finché sto qui, provo a cambiare l’Italia”. Il voto finale dovrebbe arrivare la settimana prossima. Nel frattempo è caos nella minoranza del Partito democratico con Bersani e Speranza che minacciano: “Questa volta non votiamo la fiducia”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA