Il nodo Lavoro non lascia ben sperare. Disoccupati in calo, ma crescono gli sfiduciati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Leggero calo del tasso di disoccupazione in Italia. Anche se a migliorare il dato sono soprattutto gli over 50. Sta di fatto che ad aprile l’incidenza dei senza lavoro è scesa all’11,1%, con un calo di 0,4 punti su base mensile (il dato di marzo è stato rivisto dall’11,7 all’11,5 per cento) e di 0,6 punti su base annua, toccando il minimo da settembre 2012. Secondo i dati Istat, nel mese diminuiscono i disoccupati del 3,5%: significa 106mila persone senza lavoro in meno. Il calo annuo è del 4,8%, pari a -146 mila. Tra i giovani, il tasso di disoccupazione si conferma al 34%. A “sporcare” questa dinamica c’è la leggera crescita degli inattivi, ovvero coloro che non hanno occupazione né la cercano: sono saliti dello 0,2%, +24 mila persone.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA