Primo indagato per l’omicidio di Sacko, il sindacalista di colore ucciso sabato scorso nel vibonese. E’ un italiano che adesso se la vedrà nera. Anche il premier Conte nel suo discorso per la fiducia ha chiesto giustizia per questo omicidio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

C’è un indagato per l’omicidio del giovane maliano Soumaila Sacko, ucciso la sera del 2 giugno scorso a San Calogero, nel Vibonese. A notificare l’avviso di garanzia sono stati i carabinieri della compagnia di Tropea e della stazione di San Calogero, nei confronti di un uomo di 43 anni del luogo, A.P., con contestuale notifica di accertamenti tecnici irripetibili. A coordinare le indagini la procura di Vibo Valentia, con il pm Luca Ciro Lotoro.