Gli strani affari del politico con le Farc. Arrestato l’ex deputato di Forza Italia, Massimo Romagnoli. Con lui sott’accusa due cittadini romeni per traffico d’armi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Guai in vista per Massimo Romagnoli. Le accuse sono pesantissime. L’ex deputato di Forza Italia è stato arrestato a Podgrica, in Montenegro, insieme a due cittadini romeni con l’accusa di traffico d’armi a favore delle “Forze armate rivoluzionarie colombian” (Farc),tra i maggiori produttori ed esportatori mondiali di cocaina. Nel comunicato emesso dalla Procura newyorchese si legge che i tre sono stati incastrati da una serie di intercettazioni e da tre agenti della Dea sotto copertura che si fingevano intermediari delle Farc. Romagnoli si era anche offerto di fornire falsi certificati europei per far risultare la vendita delle armi. I tre, se giudicati colpevoli, rischiano ora condanne fino al carcere a vita.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA