Il vignettista Marione paragona l’Ue a un campo di sterminio. La Raggi gli revoca l’incarico. Doveva realizzare un fumetto sul nuovo regolamento di Polizia urbana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha sentito telefonicamente il disegnatore Mario Improta, meglio conosciuto come Marione, e gli ha chiesto di interrompere immediatamente la collaborazione a titolo gratuito con Roma Capitale. Questo è quanto comunicato dal Campidoglio. La decisione di rimuovere il vignettista, per anni disegnatore ufficiale del Movimento 5 Stelle, è arrivata dopo le polemiche per la sua ultima vignetta dove ha rappresentato la Ue come un campo di sterminio e l’Inghilterra come un bambino in fuga dal campo di Auschwitz. Improta, che non è nuovo a questo tipo di disegni e per alcuni suoi commenti sessisti, era stato scelto dalla Raggi per disegnare il fumetto dedicato ai ragazzi per spiegare il nuovo regolamento della Polizia Urbana.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA