Immigrazione, Italia sempre più abbandonata dall’Europa: nessuno vuole i migranti. E Renzi attacca: è pronto un piano B

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un dramma senza fine ignorato dalla maggior parte d’Europa. L’emergenza migranti rischia di ricadere ancora tutta sull’Italia dinanzi all’immobilismo europeo, quanto a Bruxelles, e tanto nei singoli Paesi. Dimostrazione è stato il blocco delle frontiere da parte della Francia. Alla faccia dell’accoglienza. A nulla sono serviti nemmeno gli appelli del Papa che ha invitato per l’ennesima volta alla solidarietà. Anche un Paese cattolico come quello transalpino ha preferito fare finta di niente. E per questo sale la tensione a Ventimiglia dove è andata in scena una nottata di protesta sugli scogli da pare di circa trenta migranti che da almeno tre giorni stanno provando, invano, a varcare la frontiera tra Italia e Francia. I disperati hanno dormito o nei teli della Croce Rossa o anche nei cartoni. Una frontiera che resta ancora chiusa per i migranti, ma non per i transfrontalieri che si recano al lavoro in Costa azzurra. Altri 80 migranti hanno dormito invece nella stazione di Ventimiglia. Mentre il premier, Matteo Renzi, ha avvertito: “Pronto un piano B se l’Europa non ci ascolta”. Un piano che il presidente del Consiglio non ha illustrato. E di tempo ne resta davvero poco, mentre gli sbarchi non si fermano più.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA