Impazzano le fake news su Astrazeneca. Circola un falso comunicato Aifa sui lotti sequestrati. Finti sms invitano a prenotare il vaccino

guaritrice Polizia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In rete e sui social network impazzano le fake news su Astrazeneca, vaccini ed emergenza sanitaria. La Polizia ha avvertito che sta circolando in rete un falso comunicato dell’Aifa nel quale viene fatto divieto di utilizzo di diversi lotti di vaccino AstraZeneca contro il Covid-19.

La Polizia postale e delle Comunicazioni ricorda che l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha già ribadito che l’unico lotto vietato sul territorio nazionale è il numero ABV2856, oltre l’ABV8511 di cui in queste ore è in corso il sequestro da parte dei Carabinieri dei Nas (leggi l’articolo).

La Polizia, oltre a lanciare l’allarme sulle fake news riguardanti il vaccino Astrazeneca, ha ricevuto numerose segnalazioni su una campagna fraudolenta correlata alla somministrazione dei vaccini agli over80. Diversi anziani hanno ricevuto sms con i quali vengono invitati a cliccare su un link o a chiamare il numero 1240 per prenotare la vaccinazione o ricevere informazioni in merito.

L’sms a prima vista potrebbe sembrare veritiero, perché contiene precise indicazioni sulla campagna vaccinale, fa riferimento alla Asl competente, all’età dei candidati a ricevere la dose e alla classe di appartenenza (il 1941).

La Polizia postale ricorda che “le uniche informazioni e comunicazioni attendibili, riguardanti la campagna vaccinale in atto contro il Covid-19, sono quelle reperibili sul sito ufficiale dell’Agenzia italiana del farmaco www.aifa.gov.it“.

La Polizia invita a “non condividere notizie ricevute attraverso la messaggistica istantanea di cui non si abbia certezza della provenienza”. La circostanza di false comunicazioni riguardanti i vaccini o l’emergenza Covid-19 va segnalata, se possibile, al Commissariato di Polizia online all’indirizzo www.commissariatodips.it.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA