Imu, il governo apre i cordoni della borsa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Pianti (metaforici), barricate, aut aut, minacce, mediazioni. Yutto è stato utilizzato dall’Associazione dei comuni italiani per recuperare i soldi mancanti  a seguito dello stop all’Imu. Alla fine Governo e Anci  hanno trovato un accordo sulle risorse necessarie per  garantire alla Tasi la stessa copertura dell’Imu 2013. Nel  corso di un incontro al ministero dell’Economia, presenti per  l’Esecutivo il ministro degli Affari regionali Graziano  Delrio (nella foto) e il sottosegretario del Tesoro Pierpaolo Baretta, è  stato calcolato un ammanco di 700 milioni nelle casse dei  sindaci (meno del miliardo denunciato dai comuni), di cui 500  già individuati. Lo ha riferito il presidente Anci Piero  Fassino, spiegando che su prima o seconda casa si potranno  alzare le aliquote fino allo 0,8 per mille per la copertura  delle detrazioni per le famiglie a basso reddito. Per i 200  milioni mancanti il ministero dell’Economia cercherà di  trovare una soluzione in tempi rapidi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA