Isabella Noventa, storia della donna: da chi e perché è stata uccisa

Isabella Noventa era la donna di 55 anni uccisa nel 2016e che ancora oggi fa parlare del suo caso e della sua morte.

Isabella Noventa era una donna di 55 anni originaria di Albignasego e uccisa nel 2016. Il processo ha portato a delle condanne anche grazie a confessioni e prove inconfutabili. Tuttavia, ci sono ancora diversi misteri intorno al caso.

Isabella Noventa, storia della donna: da chi e perché è stata uccisa

Isabella Noventa, storia della donna

 Isabella Noventa era una segretaria 55enne originaria di Albignasego. La donna è stata uccisa a Noventa Padovana, nella notte tra il 15 e il 16 gennaio del 2016. I misteri che si nascondono dietro questa tragedia sono sul corpo della donna che non è mai stato ritrovato e sulle reali motivazioni che hanno spinto chi poi è stato dichiarato colpevole.

La prima ipotesi, poi confermata, è il motivo passionale e sentimentale. Isabella aveva una relazione che Freddy Sorgato che però ad un certo punto ha iniziato a frequentare la la tabaccaia Manuela Cacco. Poi, tra il 2015 e il 2016 Isabella si stanca di Freddy, anche se continuano a frequentarsi nonostante la presenza di Manuela e il rancore di Debora la sorella di Freddy. Così i tre mettono in atto un piano per liberarsi di Isabella come avviene. Una curiosità in questa storia: Debora Sorgato è definita la “vedova nera” di tutta la vicenda, infatti il suo passato è pieno di compagni e mariti che scompaiono con morti improvvise, tutti vengono a mancare proprio dopo aver ceduto alla donna i loro averi.

I 3 pianificano la scomparsa della donna circa un mese prima di attuarlo. A dimostrarlo ci sono i messaggi che i 3 si scambiano: “A quest’ora domani sarà tutto sistemato”, scrive Manuela a Debora la sera prima della scomparsa. A Freddy, invece, pochi giorni prima Manuela scriveva: “Ti amo, porta pazienza ancora per poco”. Da elementi come questi gli inquirenti formulano i reati d’accusa: omicidio premeditato e soppressione di cadavere per i fratelli Sorgato, favoreggiamento per Manuela Cacco.

Da chi e perché è stata uccisa

Per l’omicidio, compiuto oltre sei anni fa, sono state immediatamente condannate quattro persone. Si tratta, nello specifico, dei tre fratelli Sorgato, Freddy e Debora e di Manuela Cracco. Per quanto riguarda i tre fratelli, questi sono stati condannati in via definitiva per omicidio e devono scontare una pena di 30 anni di reclusione. Manuela Cracco, considerata una complice, è stata condannata a 16 anni di reclusione. Nonostante quattro soggetti siano stati condannati per l’assassinio di Isabella Noventa, persistono innumerevoli mistericirca l’omicidio della donna. in primo luogo, il cadavere della vittima non è mai stato trovato così come anche l’arma del delitto.

Tuttavia, Freddy ha poi dichiarato una versione dei fatti diversa in cui sì, Isabella muore in casa sua ma per un gioco erotico finito male. Poco importa, successivamente, che sentendosi in una situazione fuori controllo, terrorizzata dal carcere, Manuela Cacco racconta che è stata Debora ad architettare tutto, divenendo anche esecutrice materiale del delitto. Debora, legata in modo ossessivo al fratello e decisa a tenere Isabella lontana da lui, non confesserà mai nulla. Ancor oggi si dichiara estranea ai fatti.

Di tutt’altra idea è Piero Gasparini, 54 anni, imprenditore del Brenta ed ex marito di Isabella Noventa: secondo l’uomo dietro l’omicidio di Isabella c’è la mano della Mala del Brenta. Ecco cosa ha detto anni fa al riguardo, in un’intervista al settimanale Oggi: La mia ex moglie è stata vittima di un agguato organizzato. La premeditazione del delitto, la scomparsa del corpo e l’assenza della più piccola traccia di Isabella fanno pensare alla vecchia Mala del Brenta. Gente che non scherza: chi tradisce paga con la vita”.

Per Piero non ci sono dubbi sulla complicità della criminalità e non ha dubbi sui motivi che hanno spinto chi poi è stato condannato a depistare: “La scomparsa di Isabella l’hanno organizzata per conto di altri ai quali l’hanno consegnata, consapevoli di quanto doveva succedere. Isabella era una donna attenta e intelligente, potrebbe aver scoperto un segreto enorme negli affari di Freddy. O aver visto qualcuno di molto importante che non doveva apparire nei loschi traffici del suo fidanzato. A questo punto Freddy e Debora hanno deciso di farla sparire. Ma, non essendone capaci, hanno dovuto accettare l’intervento di qualcuno che si sentiva minacciato dalle rivelazioni di Isabella”.

Leggi anche: Quarto Grado, anticipazioni 15 luglio 2022: Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero sul caso Mario Bozzoli e sul caso Isabella Noventa

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram