Colpita ancora l’arte di Palmira. L’Isis prende di mira i reperti archeologici. Distrutta una tomba a torre d’epoca romana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ormai sono i reperti archeologici il nuovo obiettivo dell’Isis. Da distruggere, purtroppo. Nella storica città di Palmira, nella Siria centrale, è stata rasa al suolo almeno una delle tombe a torre d’epoca romana.  A darne notizia sono i media locali che citano il direttore governativo delle antichità e dei musei siriani a Damasco, Maamun Abdelkarim. Abdelkarim precisa che la tomba distrutta è quella di Elahbel, costruita nel 103 d.C. Altre tombe, risalenti anche al 44 d.C. possono essere state rase al suolo dall’Isis nello stesso sito di Palmira.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA