Della Valle abbaia a Elkann

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dal TgCom24

Rcs, Elkann risponde a Della Valle: scontro a distanza tra gli imprenditori. Il presidente di Fiat: “Pensi a Tod’s, è un nano rispetto ai concorrenti”. La replica: “Gli Agnelli scappano dall’Italia, non meritano rispetto”

“Non posso pensare che Della Valle abbia preoccupazioni su Rcs, penso che la Tod’s lo preoccupi. La Tod’s va male, è giù del 20% rispetto ai suoi concorrenti da inizio anno. Rispetto a Prada, Armani, Lvmh e Kering è un nano. Un’azienda di dimensioni piccole e non sta andando bene”. Così John Elkann risponde alle polemiche innescate da Diego Della Valle. Rcs, Elkann risponde a Della Valle: scontro a distanza tra gli imprenditori

L’intervento di Elkann arriva dopo l’iniziativa dell’imprenditore marchigiano filtrata nei giorni scorsi su Rcs, di cui Fiat è primo azionista con il 20,5% del capitale. Della Valle, che invece ne possiede il 9%, ha inviato una lettera al Consiglio di amministrazione di Rcs in cui minaccia azioni legali stigmatizzando la recente gestione del gruppo editoriale, dall’aumento di capitale all’accordo sulla gestione della pubblicità nazionale della versione cartacea e online della Stampa, passando per la recente cessione dell’immobile Rcs in centro a Milano.

Della Valle: “Venga da noi dove si lavora” – Piccata la replica di Mr Tod’s che invita Elkann in azienda: “Potrebbe anche rimanere per uno stage, visto che ha molto tempo libero, così potrà imparare cosa vuol dire lavorare per davvero”. L’attacco è nei confronti di tutta la famiglia Agnelli: “Con un Paese che vive una situazione drammatica, invece di essere pronta a dare il massimo appoggio, è scappata nella penombra per sistemare al meglio i propri affari personali. Chi si comporta in questo modo non merita nessun rispetto”.

“Accetti un confronto pubblico” – Diego della Valle invita poi il presidente del Lingotto a un confronto pubblico. “Ora, comunque, basta con queste discussioni da pianerottolo, ce ne sono già troppe in questo Paese e non servono a nulla”. Se Elkann “è pronto, lo invito ad un confronto pubblico tra di noi così ognuno dirà quello che pensa”, scrive l’imprenditore in una nota.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA