Juncker gela la May sulla Brexit: “La sua proposta sulle tutele per i cittadini Ue non sono sufficienti”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“È un primo passo, ma non è sufficiente”. Così il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, arrivando al Consiglio europeo, a proposito della proposta di Theresa May di ieri sulle tutele per i cittadini Ue nell’ambito della Brexit.

Poco prima sulla stessa proposta si era pronunciato anche il cancelliere austriaco Christian Kern al suo arrivo al secondo giorno di lavoro del vertice Ue, dichiarando che l’offerta presentata dalla premier britannica Theresa May sui diritti per i cittadini Ue che vivono in Gran Bretagna “è una prima buona proposta, che apprezzo, ma è chiaro che dobbiamo investirci molto più lavoro”, aggiungendo che “ci sono molti cittadini che non sono coperti” dalla proposta della May relativa ai cinque anni di residenza, “e questo sarà parte dei negoziati”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA