La base ha fiducia in Di Maio. Il leader M5S confermato con l’80% dei consensi. Oltre 56mila votanti. Durante la consultazione Rousseau ha subito tre attacchi hacker

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Oggi su Rousseau si è scritta una delle pagine più belle della storia di democrazia diretta del MoVimento 5 Stelle. E non per il risultato uscito fuori dalle ‘urne’, che ha confermato Luigi Di Maio come capo politico con l’80% dei consensi, ma per la partecipazione record a una votazione online per il MoVimento che è anche il record mondiale per una votazione online in un singolo giorno per una forza politica”. E’ quanto scrive il Movimento Cinque Stelle sul Blog delle Stelle.

Alla domanda: confermi Luigi Di Maio come capo politico del MoVimento 5 Stelle? In 44.849 hanno risposto sì e in 11.278 no. “Se libertà è partecipazione – scrive ancora il Movimento -, oggi Rousseau è stato uno strumento di grande libertà. Con 56.127 preferenze espresse, la nostra piattaforma online ha fatto registrare il record assoluto. Quella odierna è stata non solo la votazione con maggior partecipazione dell’intera storia di Rousseau, ma anche quella più partecipata di sempre a livello mondiale in fatto di democrazia digitale”.

Per tre volte consecutive (dalle 11:17 alle 11:21, dalle 12:38 alle 11:40 e dalle 12:30 alle 13:00 circa) la piattaforma informatica che ospita il sistema Rousseau ha subito altrettanti attacchi hacker. “Non ci sono riusciti. Le performance dell’area voto di Rousseau – prosegue ancora il M5S – sono rimaste intatte, a parte un debole rallentamento durato meno di mezz’ora. In passato, alcuni attacchi informatici ci hanno spinto a migliorare la nostra infrastruttura. Da mesi, come sapete, stiamo riscrivendo la piattaforma Rousseau aumentandone l’efficienza, la sicurezza e l’elasticità. E il risultato odierno è una bella prova di forza. Certo, la strada da fare è lunga. E il sistema è ancora in fase di rodaggio. Ma oggi, durante il primo vero test di carico reale, il sistema ha retto ed è riuscito ad assicurare maggiore fluidità, velocità e sicurezza del voto”.