La Bce affonda Carige. La richiesta di un nuovo piano industriale trascina il titolo dell’istituto genovese verso il fondo al -9,2%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Disfatti per Carige in Piazza Affari dopo l’intervento della Bce. Il titolo dell’istituto di credito ha fatto registrare un drammatico -9,2%. Male anche gli altri listini dei bancari: Banco Popolare (-3,9%) e la Bpm (-2,5%) sui timori che le nozze possano saltare, al fianco di Mps (-2,3%), UniCredit (-2,2%) e Intesa (-1%). Il crollo di Carige come detto è stato determinato dalla stilettata lanciata dalla Banca centrale europea che ha chiesto all’istituto genovese si varare un nuovo piano industriale che tenga conto del deterioramento dell’attuale scenario e un piano che rifletta le nuove considerazioni sulle opzioni strategiche.

Lo spread tra Btp e Bund ha aperto stabile a 123,7 punti dai 124,4 della vigilia e i 125 della chiusura di ieri. Il rendimento è all’1,41%. Mentre buone notizie sono arrivate dalle Borse asiatiche da otto settimane ai massimi sui listini.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA