La bufala sul web della tassa sui condizionatori. Esiste già dal 2013 ma solo per quelli ad uso industriale. E nel tranello ci casca pure Salvini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

State tranquilli quella che circola in rete della presunta tassa sui condizionatori è una bufala. Si scrive che il governo Renzi avrebbe recentemente approvato e che costerebbe ‘quasi 200 euro a famiglia’ ogni anno. E ci è cascato pure Salvini che sul web attacca il premier. Un decreto sui condizionatori esiste da oltre due anni approvato dal governo Monti ed impone l’obbligo di un nuovo libretto d’impianto per caldaie e condizionatori – che siano appena acquistati o già presenti in casa -, modelli da scaricare e compilare a cura dei proprietari. La tassa da pagare è prevista solo per i condizionatori con potenza superiore ai 12 kw. Insomma quelli ad uso industriale.