La Casa Bianca non è un reality, Obama irrompe nella campagna elettorale. E smonta il circo di Trump

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Barack Obama smantella il circo di Donald Trump. E avverte il candidato repubblicano: “La presidenza non è un reality show”. Il presidente degli Stati Uniti ha fatto così irruzione nella campagna elettorale per la Casa Bianca quando ormai le primarie hanno assunto una fisionomia. “Credo che bisogna prendere molto sul serio le dichiarazioni che ha fatto nel passato. Mi preoccupa l’enfasi dei media sul suo circo”, ha accusato e avvertendo la necessità: “Gli americani devono essere informati in modo efficace”.

Obama ha apertamente messo il dito nella piaga del Grand Old Party: “C’è una chiara divisione all’interno del partito repubblicano. Saranno gli elettori che decideranno se Donald Trump parla per loro e rappresenta i loro valori”. Il presidente, tuttavia, ha posto l’accento anche su quanto accade nei democratici: “Hillary Clinton e Bernie Sanders dovranno parlare di cosa fare. Perché se guardate al 95% dei temi, non c’è tra i due candidati democratici quella forte divisione che abbiamo visto in alcuni dibattiti repubblicani”. Insomma, la campagna elettorale è entrata nel vivo. E Obama ha già lasciato intendere di non voler essere un semplice spettatore.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA