La Concordia entra nel suo cimitero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

La Concordia si appresta a concludere il suo viaggio. La nave è infatti giunta nel porto di Genova, dove è cominciata la manovra di evoluzione, necessaria per arrivare all’attracco al du Prà-Voltri, previsto per le 16. La manovra è rallentata da un “vento di 20 nodi” come ha spiegato il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli.

Il governo è soddisfatto dell’intera operazione, che, sinora, si è svolta senza intoppi. Scongiurato il rischio inquinamento su cui i francesi avevano lanciato l’allarme, visto il passaggio del relitto a due passi dalla Corsica.

“Non ci resta che prepararci per l’arrivo di questo pomeriggio”, ha detto il ministro dell’Ambiente Galletti. “I francesi – ha aggiunto – devono imparare a fidarsi un po’ più di noi italiani. L’operazione Concordia è andata molto bene, avevamo preparato tutte le precauzioni. Non c’è stato alcun inquinamento”. Per oggi è previsto l’arrivo a Genova del premier Matteo Renzi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA