La Corte europea ci bacchetta ancora. Il permesso di soggiorno costa troppo: dagli 80 ai 200 euro per ottenere il documento o rinnovarlo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Bruxelles ci bacchetta ancora una volta. Questa volta la Corte europea si è pronunciata sul tema dei permessi di soggiorno, riscontrando in Italia un costo eccessivo per i cittadini extracomunitari che lo richiedono o devono rinnovarlo. L’operazione può costare da noi dagli 80 ai 200 euro e, secondo il tribunale, il costo “è sproporzionato rispetto alla finalità della normativa Ue”. Non solo, i giudici ritengono che possa “creare ostacoli all’esercizio dei diritti”, facendo presente che il rinnovo di una carta d’identità costa soltanto dieci euro. A presentare il ricorso erano stati la Cgil e Inca (Istituto nazionale confederale assistenza). Le due associazioni si erano rivolte al Tar del Lazio contro le normative in vigore, facendo presente che il rinnovo o il rilascio del permesso è condizionato anche al pagamento di 73,50 e che dunque il costo complessivo è di circa otto volte superiore quello a cui devono far fronte i cittadini italiani.