La Lega è in affanno. Dai Cinque Stelle a Fratelli d’Italia. Ecco chi ruba voti al partito di Salvini

dalla Redazione
Politica

Un nuovo e sensibile calo della Lega (-1,4%), apparentemente a vantaggio dei 5 Stelle (+1,1%) e, ancora una volta, FdI (+0,5%). E’ la fotografia della Supermedia AGI/YouTrend di questa settimana, frutto dell’elaborazione sui dati di 8 istituti, che è una base particolarmente consistente. Per effetto di queste tendenze, l’area di governo giallo-rossa riduce di due punti la sua distanza dall’opposizione di centrodestra, che oggi ammonta a meno di 5 punti. Ecco il dettaglio dei singoli partiti.

La Lega scende al 26,7% (-1,4%) e il Pd si conferma secondo partito con un piccolo recupero (+0,2%) che lo porta al 21,3%. Il movimento 5 stelle risale al 16,2% (+1,1%) e Fratelli d’Italia supera di un decimale il 14% attestandosi al 14,1% (+0,5%). Forza Italia tiene al 6,5% (-0,1%), e restano attorno ai valori precedenti con un piccolo decremento frazionale Italia Viva, che vale il 3,3% (-0,1%) e La Sinistra al 2,8% (-0,1%). Invariato il consenso dei Verdi all’1,9%, di Azione all’1,8% e di +Europa all’1,6%. Con riguardo alle aree del Parlamento, la maggioranza di governo guadagna l’1% e si posiziona al 43,5% beneficiando del calo dell’1% dell’opposizione di centrodestra che totalizza cosi’ il 48,3%.

Rispetto alle coalizioni che si presentarono alle elezioni politiche del 2018, la situazione vede dunque il centrodestra al 48,3% (-1,0%), il centrosinistra al 28,0% (+0,1%), M5s al 16,2% (+1,1%), LeU al 2,8% (-0,1%), e le altre liste complessivamente al 4,7% (-0,1%). Altro sondaggio, pubblicato ieri, è quello di Emg Acqua realizzato per la trasmissione di Rai Tre Agorà, il programma condotto da Serena Bortone. Stando alla rilevazione, se si votasse oggi la Lega sarebbe sì il primo partito ma con il 27,9%, seguito dal PD al 20,7% e dal M5S al 15,1%. Poi Fratelli D’Italia al 13,9%, Forza Italia al 6,4%. Italia Viva sarebbe invece, in controtendenza rispetto ad altri sondaggi, al 5%, Azione (Calenda) al 2,3, La Sinistra 2,2, Europa Verde al 2,1, +Europa al 1,5.