La legge Fornero piace solo alla Consulta. Ora anche il Governo lancia l’allarme sulle pensioni. Poletti: se non la cambiamo diventa un problema sociale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo il no della Consulta al referendum della Lega per l’abrogazione della legge Fornero scende in campo il Governo con il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, secondo cui è necessario introdurre nella normativa previdenziale uno “strumento flessibile” che consenta a chi è vicino alla pensione e ha perso o rischia di perdere il lavoro di andare in pensione. Secondo il ministro in assenza di interventi sulla riforma Fornero rischiamo di avere “un problema sociale. Noi sappiamo che esiste un problema che riguarda in particolare quelle persone che sono vicine alla pensione e che nella situazione attuale di difficoltà hanno perso o possono perdere il posto di lavoro e non hanno la copertura di ammortizzatori sociali sufficiente fino a maturare la pensione”, afferma Poletti, “Credo che qui uno strumento flessibile che aiuti queste persone a raggiungere i requisiti bisognerà sicuramente produrlo perché diversamente avremo un problema sociale”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA