La Libia è ancora un lago di sangue

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Non si ferma la guerra civile in Libia. Violenti combattimenti sono riesplosi nei pressi dell’aeroporto Benina di Bengasi. Il bilancio, sinora, è di 25 morti, di cui 14 appartenenti alle forze fedeli a Khalifa Haftar e 11 delle milizie di Ansar al Sharia e dei gruppi alleati. la notizia è stata diffusa dall’agenzia Mena.

La battaglia va ormai avanti da 4 giorni (gli scontri sono iniziati sabato scorso). Lo scalo è strategico ed è controllato dalle forze speciali fedeli ad Haftar. Gli uomini di Ansar al Sharia hanno quindi lanciato una dura offensiva per conquistarlo. I “governativi” sono appoggiati dai caccia militari che martellano le postazioni dei jihadisti, che dal canto loro rispondono con artiglieria e razzi Grad.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA