La lite tra i Muccino non finisce più. Silvio sarà processato per aver diffamato il fratello Gabriele

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I dissapori tra i fratelli Muccino, finiscono in tribunale a Roma. Ieri, infatti, il gup ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti dell’attore Silvio Muccino perché accusato dal pubblico ministero Antonio Calaresu di diffamazione nei confronti del fratello maggiore Gabriele (nella foto), il pluripremiato registra. La vicenda che ora dovrà essere risolta da un giudice fa riferimento alle dichiarazioni che il più piccolo dei due aveva rilasciato, nell’aprile 2016, durante l’intervista fiume al programma L’Arena del giornalista Massimo Giletti. Qui, in assenza di contraddittorio, Silvio sparò a zero sul fratello accusandolo di aver picchiato l’ex moglie, Elena Majoni. In particolare, nell’intervista fiume, Muccino junior raccontò che Gabriele, descritto come un uomo irascibile e violento, nel 2012 avrebbe colpito l’allora moglie con un ceffone talmente forte che finiva per perforare il timpano della donna. Pesanti accuse che, evidentemente, non hanno convinto i magistrati.