La lobby dei tassisti vince ancora. Il tribunale di Milano blocca il servizio Uber-pop in tutta Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Uber-pop bloccato in tutta Italia. La decisione arriva dal giudice civile di Milano che ha accolto il ricorso dei tassisti contro Uber per il servizio Uber-pop. Il ricorso cautelare urgente contro l’app di Ncc, e in particolare per l’attività di trasporto passeggeri esercitata da privati cittadini iscritti, era stato presentato dalle organizzazioni sindacali e le associazioni di categoria al Tribunale civile di Milano per “ottenere l’immediato blocco in Italia del servizio Uber-pop”.  Per i tassisti si tratta di concorrenza sleale e violazione della disciplina amministrativa che regola il settore taxi e il trasporto pubblico non di linea”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA