La lobby dei tassisti vince ancora. Il tribunale di Milano blocca il servizio Uber-pop in tutta Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Uber-pop bloccato in tutta Italia. La decisione arriva dal giudice civile di Milano che ha accolto il ricorso dei tassisti contro Uber per il servizio Uber-pop. Il ricorso cautelare urgente contro l’app di Ncc, e in particolare per l’attività di trasporto passeggeri esercitata da privati cittadini iscritti, era stato presentato dalle organizzazioni sindacali e le associazioni di categoria al Tribunale civile di Milano per “ottenere l’immediato blocco in Italia del servizio Uber-pop”.  Per i tassisti si tratta di concorrenza sleale e violazione della disciplina amministrativa che regola il settore taxi e il trasporto pubblico non di linea”.