La Lombardia è ancora la regione con più contagi. La cura Bertolaso sembra non funzionare. Per l’ex capo della Protezione civile tutta Italia sarà presto zona rossa

GUIDO BERTOLASO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Non sono preoccupato più della Lombardia rispetto ad altre Regioni, qui bisogna correre affrontando le problematiche già avanzate. La Lombardia, per quello che ha passato nei mesi scorsi, è più vulnerabile rispetto ad altre regioni. Mi sembra che tutta l’Italia, tranne la Sardegna, si stia avvicinando a lunghi passi alla zona rossa”. E’ quanto ha detto Guido Bertolaso, responsabile della campagna massiva di vaccinazioni anti-Covid della Lombardia e consulente del presidente della stessa Regione, Attilio Fontana.

“I dati in questa Regione – ha spiegato Bertolaso – sono estremamente preoccupanti, abbiamo un paio di province che sono in ‘zona rossa’ a tutti gli effetti, molte rianimazioni sono piene di casi di Covid, all”Ospedale in Fiera ci sono 57 ricoverati in rianimazione, a cui segue quello di Brescia che ne ha 30. Ci sono statistiche molto pesanti”.

“E’ fuori discussione – ha aggiunto Bertolaso – che bisogna vaccinare e si può fare molto di più rispetto a quello che già stiamo facendo. Bisogna andare a Bruxelles e battere i pugni”. L’ex capo della Protezione civile ha ammesso l’esistenza di alcune criticità, aggiungendo che “però sono anche tanti aspetti positivi, tanta gente che ringrazia”. “Nelle Rsd – ha detto ancora il consulente di Fontana -, ad esempio, sono stati vaccinati tutti i disabili. Ieri tramite l’invio di un’equipe in elicottero è stato possibile vaccinare persone di Parzanica (BG) che, a causa di una frana non si possono spostare”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA