La Merkel benedice Renzi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Vogliamo sostenere l’Italia nelle riforme. I rapporti con la Germania sono importanti”. La Merkel dà il suo sostanziale placet al piano Renzi, e tanto basta al premier per ritenere positiva la trasferta in Germania. “Sono molto colpita da Matteo Renzi – ha detto la Merkel – è un cambiamento strutturale per l’Italia. Gli auguro molta fortuna, ce lo auguriamo tutti. Anche per me è chiaro che l’Italia tiene conto della stabilità ma anche delle due componenti crescita e occupazione”. Con il governo di Matteo Renzi in Italia – ha detto la Merkel – c’è un “cambio strutturale. La Cancelliera ha definito il programma del premier “molto ambizioso” augurando “tutto il bene alla sua amministrazione”. Si tratta, ha aggiunto la  Merkel, di un “messaggio positivo”.

Dal canto suo Renzi ha ringraziato: “E’ stata un’occasione per illustrare un processo di riforme molto ambizioso e coraggioso. L’Italia non chiede sforare i limiti di Maastricht, non vuole cambiare le regole come se fossero imposte da qualcuno cattivo. Ma per stare dentro alle regole che ci siamo dati occorre la forza per investire nel futuro e nella crescita. Il percorso che ci attende cambierà il livello istituzionale in Italia. Il governo avrà davanti degli anni, ma lo vogliamo fare come se ogni giorno fosse fondamentale. Il governo ha come orizzonte il 2018 ma per noi le riforme devono essere fatte subito. Noi vogliamo puntare in alto con riforme strutturali”.

“Nel modello delle politiche del lavoro della Germania troviamo un punto di riferimento – ha aggiunto Renzi -: lo dico dopo aver visto risultati e lo dico pensando che noi abbiamo deciso subito un primo passo con un dl e un ddl. Finora la strategia per creare lavoro non andava bene”.