La nave Kurdi della ong tedesca Sea Eye punta verso Lampedusa. Salvini: “Li abbiamo diffidati ad entrare nelle acque italiane. Ci pensi Berlino”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La nave “Alan Kurdi” della ong tedesca Sea Eye, con a bordo 64 migranti soccorsi ieri al largo della Libia, si sta dirigendo verso Lampedusa. “Altre vite messe a rischio da una Ong straniera, partita da acque libiche in direzione Italia: il nostro governo ha scritto al governo tedesco perché si faccia carico del problema e dal Viminale abbiamo diffidato la nave dall’entrare nelle acque italiane” ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “La Alan Kurdi cerca un porto sicuro per 64 persone. Piove e il vento sta aumentando di intensità. Il capitano ha deciso di portare tutte le persone sottocoperta” scrive in un tweet la stessa ong Sea Eye aggiungendo di essere “in stretto contatto con il ministero degli Esteri tedesco” e di sperare “in una soluzione rapida”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA