La parentesi di Mentana su Toti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Enrico Mentana attacca Giovanni Toti durante l’editoriale del Tg La7. Il direttore apre una parentesi e si chiede: “Si può essere contemporaneamente direttori dei telegiornali ed essere in predicato di diventare leader, sottoleader, coordinatori di partito?” e spiega che Berlusconi è in difficoltà nel suo partito sulla nomina di Toti, attualmente direttore di Tg4 e Studio Aperto. Poi continua: “E non si dice niente di tutto questo? Forse non è che i due ruoli sono precisamente equivalenti… Forse anche adesso sarebbe il caso di dare un piccolo stacco rispetto a quella responsabilità giornalistica nella quale noi ci ostiniamo a credere” conclude Mentana.

La replica di Toti

«Se il direttore Mentana leggesse i giornali, capirebbe che ancora non rivesto alcuna carica all’interno di alcun partito politico, nè so che mai la ricoprirò in futuro. Per il momento dirigo con soddisfazione due tg di Mediaset e potrei continuare a farlo anche nei mesi a venire, se non verrà meno la fiducia dell’editore». Così Giovanni Toti, direttore del Tg4 e di Studio Aperto, replica
alle affermazioni del responsabile del tg La7. «Quanto ai rapporti tra giornalismo e politica – continua Toti – credo possa trovare voci già più esperte della mia nella sua stessa rete e anche all’interno della sua testata. Chiedesse a Santoro, Gruber e Ruotolo: due di questi tre sono stati politici, uno no solo perchè non ce l’ha fatta. Io ancora no. Quando deciderò di scendere in politica – conclude Toti – certamente mi dimetterò dai tg che dirigo. Mentana stia tranquillo: sarai il primo a saperlo».

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA