La partita per il Congresso Dem. Renzi si sfila ma non troppo e lancia un siluro a Zingaretti: “Non può guidare il Pd. Troppo ambiguo verso i grillini”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Assicura che non prenderà parte alla partita del Congresso. Ma anche se defilato Matteo Renzi partecipa alla partita per la guida del Partito democratico. E lo fa bocciando sonoramente la candidatura alla segreteria di Nicola Zingaretti definendolo “Troppo ambiguo verso i grillini – ecco perché secondo Renzi – non va bene come candidato segretario del Pd”.

Le affermazioni di Renzi sono arrivate ai microfoni di Lilli Gruber nella trasmissione OttoeMezzo dove gli è stato chiesto se Zingaretti sai un buon candidato alla guida del Pd. “Credo di no – ha affermato Renzi – perché la posizione di Nicola verso l’accordo con i M5s è molto ambigua. Per me il punto fondamentale è dire con chiarezza che noi non possiamo fare un accordo con chi mette in discussione i vaccini. Dopo di che se vincerà, io lo rispetterò”.

Per l’ex segretario ci sarebbero nuovi progetti all’orizzonte a partire dalla prossima Leopolda. “Il mio ciclo alla guida del Pd si è chiuso. Io farò altro, a cominciare dalla prossima Leopolda. – dice – Il congresso è già iniziato, ho votato nella fase dei circoli e voterò alla segreteria Toscana, Simona Bonafè. Ce ne sono tante di donne che possono fare le segretarie”.