La sindaca Raggi sta valutando di querelare l’ex ad di Ama Bagnacani per gli audio divulgati dall’Espresso

dalla Redazione
Politica

“Attendiamo di leggere l’esposto presentato dall’ex ad di Ama, Bagnacani, per valutare se ci sono profili penali, come ad esempio la calunnia o la diffamazione, da parte dell’autore della denuncia”. E’ quanto ha detto Emiliano Fasulo, legale della sindaca di Roma, Virginia Raggi, in merito alla vicenda della conversazione con l’ex Ad di Ama, Lorenzo Bagnacani (nella foto), resa nota ieri dal settimanale L’Espresso.

La Raggi, ieri, aveva parlato di “audio rubati” in cui la sindaca afferma “quello che direbbe qualsiasi altro cittadino di Roma: me la prendo duramente con l’ex amministratore delegato dell’Ama perché ci sono i rifiuti in strada e non lo posso accettare”.

“Uso parolacce – aveva aggiunto – ma non me ne vergogno perché sono incazzata quando vedo chi pensa a prendere i premi aziendali piuttosto che a pulire la città. Perché questo è quello che si ascolta in quegli audio. Nessuna pressione ma solo tanta rabbia per chi non ha fatto bene il lavoro per il quale era pagato. Si pretendeva che approvassi un bilancio con il quale i dirigenti di Ama avrebbero avuto centinaia migliaia di euro in più”.