La Trenta traslocherà. L’ex ministra: “Mio marito ha rinunciato all’alloggio. Sono stata oggetto di una ingiusta gogna mediatica”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Non mi sono arresa. Mio marito, che è titolare dell’alloggio e che ne ha il diritto, come ha già fatto nel passato quando l’ho demansionato, fa un altro passo indietro: ma lo fa per tutelare me e la mia serenità, perché in tre giorni sono stata oggetto di una ingiusta gogna mediatica e passerò i prossimi giorni a fare le querele”. E’ quanto ha detto Cosi’ a Radio Capital l’ex ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, tornando sulle polemiche per l’assegnazione di un alloggio di servizio a Roma.

“Non è giusto che una privata cittadina sia sottoposta a tutto questo – ha aggiunto – per non aver fatto nulla, quindi io mi devo difendere e facendo questo mi rafforzo, facendo vedere a tutti che c’è qualcuno che ha la faccia pulita fino in fondo. Mio marito per amore sta rinunciando a un suo diritto”.

“Mio marito, che è il titolare dell’alloggio, – ha ribadito poi la Trenta a Radio24 – pur essendo tutto regolare e non essendoci nulla che ci debba far sentire in imbarazzo, per salvaguardare la serenità della famiglia, sta presentando istanza di rinuncia per l’alloggio, l’ha già fatto. Spero che questo atto di amore serva a tacitare la schifezza mediatica che è caduta su di me”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA