L’Austria sceglie l’Europa. Il verde Van der Bellen ha sconfitto il nazionalista Hofer

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il nuovo presidente dell’Austria è il candidato dei Verdi, Alexander Van der Bellen, che al ballottaggio ha sconfitto l’avversario dell’estrema destra, Norbert Hofer. Il bis del voto, annullato per alcune irregolarità riscontrate lo scorso 22 maggio. Van der Bellen ha ottenuto il 53,6% dei consensi, conquistando la vittoria in maniera piuttosto ampi. Anche in questo caso, dunque, i sondaggi della vigilia hanno fatto flop. Per l’Europa è un’ottima notizia: Hofer aveva anche paventato l’ipotesi di un’uscita dall’Unione europea, in polemica con le posizioni di Bruxelles sulla gestione dei flussi migratori.

“Voglio un’Austria europeista e impegnata per i vecchi valori di libertà, uguaglianza e solidarietà”, ha affermato il nuovo presidente. “Il mio obiettivo per i prossimi sei anni è che i cittadini, che mi incontreranno per strade, in metropolitana oppure in paese, dicano ‘Guarda, il nostro presidente’ e non solo ‘il presidente'”, ha aggiunto Van der Bellen, che non ha celato la sorpresa per l’ampiezza del risultato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA