Lancia sassi contro le auto sulla A1, panico in autostrada: chiuso il tratto tra Lodi e Casalpusterlengo

Lancia sassi contro le auto sulla A1: rallentata la circolazione dei treni e il transito stradale. Arrestato un 22enne egiziano.

Lancia sassi contro le auto sulla A1: un ragazzo egiziano di 22 anni è sceso da un treno dell’Alta Velocità tirando il freno a mano e si è precipitato verso l’autostrada. Dopo aver raggiunto l’aiuola spartitraffico, ha cominciato a tirare sassi e frammenti di segnaletica contro le auto in transito.

Lancia sassi contro le auto sulla A1, panico in autostrada: chiuso il tratto tra Lodi e Casalpusterlengo

Lancia sassi contro le auto sulla A1, panico in autostrada

Panico sulla A1 nella mattinata di venerdì 12 agosto tra le località di Lodi e Casalpusterlengo. Un giovane egiziano di 22 anni in evidente stato di alterazione ha raggiunto l’aiuola spartitraffico e ha cominciato a lanciare sassi e pezzi di segnaletica stradale sui veicoli che stavano transitando sull’Autostrada del Sole, nelle vicinanze del cavalcavia di Borghetto Lodigiano.

L’episodio, che poteva dare vita a una tragedia di ingenti proporzioni, si è verificato intorno alle 09:30. Gli oggetti lanciati hanno colpito una 20ina circa di veicoli.

Sul luogo dell’incidente, si sono prontamente recati i sanitari del 118 e gli uomini della Questura di Lodi. In particolare, i paramedici hanno prestato soccorso a 31 persone. Tre sono state trasportate in ospedale ma vertono in condizioni non allarmanti. I tre feriti portati in ospedale sono due uomini, rispettivamente di 22 e 65 anni, e una donna di 35 anni. La donna è stata identificata come la deputata leghista Claudia Gobbato, ferita all’occhio dalla polvere di vetro che si è crata a seguito della rottura del parabrezza.

Chiuso il tratto tra Lodi e Casalpusterlengo, ritardi anche per l’Alta Velocità

Gli agenti della Questura di Lodi hanno provveduto a individuare e neutralizzare mediante l’uso del teaser il 22enne egiziano che aveva scatenato il panico tra gli automobilisti. Prima di essere fermato, il giovane aveva minacciato i poliziotti di tagliarsi la gola con un taglierino.

Sulla base di una prima ricostruzione effettuata, pere che il ragazzo sia sceso dal treno dell’Alta Velocità Reggio Calabria-Milano, attivando il freno di emergenza. Subito dopo, ha attraversato una carreggiata dell’autostrada e si è posizionato sullo spartitraffico cominciando a lanciare sassi raccolti da terra. Al momento, le autorità non escludono che possa trattarsi di un gesto premeditato.

Il soggetto, inoltre, pare abbia lanciatoun sasso anche contro un treno Italo che transitava lungo il tratto parallelo all’autostrada A1. Per questo motivo, è stato deciso di rallentare la circolazione dei convogli sulla linea Milano-Bologna, fino alle 10:20. Almeno sette treni hanno riportato ritardi fino a 50 minuti. Allo stesso modo, si sono verificati disagi in autostrada. La A1, infatti, è stata inizialmente chiusa in entrambe le direzioni tra Lodi e Casalpusterlengo. La circolazione è stata fortemente rallentata fino a mezzogiorno.

Intanto, il 22enne è stato ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Codogno e tenuto sotto stretta osservazione da parte del personale delle forze dell’ordine in attesa che si prendano provvedimenti nei suoi confronti in accordo con la procura.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 14:08
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram