Landini deraglia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Lotta selvaggia tra sindacati e Renzi. Attacco frontale di Maurizio Landini: “Dovrebbe avere l’umiltà di riconoscere che oggi il consenso tra i giovani ed in generale le persone che cercano un lavoro non ce l’ha. E se vuole cambiare davvero questo paese nel modo giusto lo deve fare con noi e non contro di noi”. Poi, il j’accuse in un’intervista a Sky: “Soprattutto il premier non ha il consenso di chi lavora, dei giovani che stanno cercando lavoro, delle persone oneste in questo Paese, lui non ce l’ha. E allora deve decidere da che parte stare”. Poi arriva la precisazione di Landini stesso: “Mai pensato – come mi viene attribuito da alcuni mezzi di informazione – che Renzi non ha il consenso degli onesti, ho detto – e ribadisco – che il premier non ha il consenso della maggioranza delle persone che lavorano o che il lavoro lo cercano e che sono nella parte onesta del paese che paga le tasse”. La bufera è ormai totale. Con le immagini che parlano chiaro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA