Lavoro, Catalfo: “Il blocco dei licenziamenti non è un problema. Abbiamo trovato una buona mediazione per accompagnare imprese e lavoratori fuori dall’emergenza”

dalla Redazione
Politica

“Non ci sono vinti e vincitori. Abbiamo trovato una buona mediazione per accompagnare imprese e lavoratori fuori dall’emergenza”. E’ quanto ha detto al Corriere, la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, a proposito della misura contenuta nel Dl Agosto sul blocco dei licenziamenti. Quanto alle parole di Confindustria, osserva: “E’ un’opinione che rispetto ma che non mi trova d’accordo. Ricordo che la cassa è un aiuto non solo per i lavoratori, ma anche per le imprese che possono tenere i dipendenti senza sostenerne il costo. In più abbiamo aiutato le aziende con i contributi a fondo perduto, il taglio dell’Irap, il pagamento dei debiti pregressi della Pa, il potenziamento del fondo di garanzia per le Pmi e il Fondo nuove competenze, solo per fare degli esempi”.

Secondo il ministro non c’è il rischio che le aziende vadano all’estero, dove il blocco dei licenziamenti non c’è: “I problemi del Covid ci sono ovunque. L’Italia è fatta di piccole e piccolissime imprese, che difficilmente si spostano all’estero e che invece vanno aiutate a lavorare bene qui”. Se la situazione contagi dovesse peggiorare ancora il governo è pronto a intervenire con nuova cassa integrazione e blocco dei licenziamenti? “Faremo quello di cui ci sarà bisogno. Al momento – ha aggiunto la ministra Catalfo – gli strumenti ci sono e ci consentono di arrivare fino alla fine dell’anno. Mi auguro però che tutti facciano la loro parte, a partire dalle mascherine. Solo cosi’ possiamo convivere con il virus e contenerlo”.