Lavoro, il tasso di disoccupazione scende sotto la soglia del 10%. Ma decolla il numero dei lavoratori a termine

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Qualcosa si muove nel mondo del lavoro. Alla faccia dei disfattisti nel mese di agosto si è registrata una ripresa dell’occupazione con una crescita di 69mila occupati rispetto al mese di luglio e ben 312mila occupati sul mese agosto dell’anno precedente.

Il tasso di occupazione si è attestato sul 59%: si tratta delo record storico dall’inizio delle serie (1977). Gli occupati nel mese erano 23.369.000. L’occupazione è cresciuta sul mese soprattutto nel lavoro dipendente (+95-000) mentre il lavoro indipendente ha perso 26.000 unità.

Entrando maggiormente nel dettagli dei dati Istat emerge che l’occupazione dipendente permanente è aumentata di 50mila unità mentre quella a termine ha registrato una crescita di 45mila unità. Il mese di agosto ha fatto segnare anche il nuovo record per il lavoro a termine: gli occupati a tempo determinato erano 3.143.000 con una crescita di 45.000 unità (+1,5%) su luglio e di 351.000 unità (+12,6%) su agosto 2017. Anche qui è stato toccato il record delle serie storiche a partire dal 1992. Per il lavoro dipendente “permanente” si è registrata una crescita di 50mila unità su luglio e un calo di 49.000 unità su agosto 2017. Il tasso di disoccupazione ad agosto è sceso sotto il 10% al 9,7% ai minimi da gennaio 2012.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA