Al via nel Lazio la somministrazione della terza dose. Zingaretti: “Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro. Iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto”

vaccini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il Lazio parte con la terza dose di vaccino. Dalla prossima settimana iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro”. È quanto ha annunciato, su Twitter nel tardo pomeriggio di ieri, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“Dalla prossima settimana si parte nel Lazio con la terza dose. Inizieremo con i trapiantati che saranno reclutati con chiamata attiva” ha ribadito anche l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato. Ed è atteso per questa settimana anche l’arrivo della circolare del Ministero della Salute relativa alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid dopo il via libera dell’Aifa (leggi l’articolo). “Nei primissimi giorni della prossima settimana – ha annunciato il ministro Roberto Speranza -, sarà pubblicata la circolare che indicherà le categorie specifiche delle persone con fragilità immunitaria dalle quali partiremo con la somministrazione della terza dose”.

Successivamente, ha aggiunto il ministro, “partiremo da alcuni altri segmenti di maggiore fragilità come gli ospiti delle e gli ultra 80enni. Poi valuteremmo il personale sanitario. Insomma, ripartiremo da dove eravamo partiti”. La terza dose per il resto della popolazione? “Io penso che questo sia probabile – ha detto ancora il ministro della Salute -, ma oggi non abbiamo certezze assolute e le verificheremo, ma per questo dobbiamo affidarci alle nostre autorità scientifiche. Quello che è certo è che si parte da queste categorie fragili”.