Le borse europee aprono in pareggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Le borse europee aprono mantenendosi sulla parità in una seduta ricca di dati macro, nonostante la debolezza di Tokyo (-0,75%) e Wall Street (Dj -0,65%) all’indomani dei nuovi record. Dopo la forte crescita registrata dal pil giapponese nel periodo gennaio-marzo (+5,9% annuo), oggi in Europa verranno pubblicati l’indice dei prezzi al consumo di aprile e il pil del primo trimestre e negli Stati Uniti sara’ la volta di inflazione, richieste settimanali di sussidi disoccupazione, indice manifatturiero Empire State, produzione industriale e Philadelphia Fed. Parigi segna +0,07%, Francoforte +0,09%, e Milano +0,44%. A Piazza Affari, dove lo spread e’ stabile a 153 punti base, il titolo migliore sul Ftse Mib e’ Generali (+1,69%) dopo la pubblicazione della trimestrale. I conti hanno evidenziato un utile netto in rialzo del 9,4% a 660 milioni di euro e una Solvency I ai “livelli piu’ elevati raggiunti dal gruppo’ : 152% a fine trimestre, con un aumento a circa il 160% a fine aprile. Bene anche Mps (+1,50%): ieri Bankitalia ha dato il via libera alla Fondazione senese per la cessione del 6,5% a Fintech Advisory e Btg Pactual. Positiva Tod’s (+0,675) all’indomani dei conti. Per contro, perdono terreno Mediolanum (-0,88%) che ieri ha pubblicato la trimestrali e Ubi (-0,80%), ancora in ribasso a causa della notizia relativa alle perquisizione della Guardia di Finanza. Sul mercato valutario, l’euro tratta a 1,36905 dollari (1,3715 ieri) e 139,571 yen (139,5 yen), mentre il dollaro-yen si attesta a 101,95 (101,77). Il petrolio cede lo 0,39% a 101,97 dollari al barile